In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Il parco di Villa Buratti a Scorzè torna alla comunità. Diecimila metri quadrati di percorsi e piante

L’inaugurazione in occasione della sagra dei bisi di Peseggia. La sindaca: “Con questo intervento, il paese cambia davvero volto”

Massimo Tonizzo
1 minuto di lettura

Doppia festa per Peseggia, con l’apertura dell’amatissima sagra dei bisi, che quest’anno coincide con la messa a nuovo del parco di villa Buratti. È stato aperto al pubblico ieri il parco di villa Buratti a Peseggia dopo la chiusura dei lavori di riqualificazione effettuati dalla società Roleo.

Alla presenza della sindaca Nais Marcon, del presidente della Pro Loco Lorenzo Michielan e della la deputata Giorgia Andreuzza, la benedizione del parroco don Lino Bertollo e il taglio del nastro, accompagnato dagli applausi dei numerosi presenti, hanno dato il via alla giornata di festa nel parco, subito coinvolto dalla festa dei bisi. Quest’anno è giunta alla 51ma edizione. Il parco di Villa Buratti si estende su un’area di 10. 000 metri quadri ceduta e valorizzata dalla proprietà al Comune e con lavori durati circa due anni.

Al termine del progetto, ora sono presenti un parcheggio di un centinaio di posti auto vicino alla scuola media, nuova illuminazione e un nuovo tratto di marciapiede. Nel parco sono inoltre presenti previste aree di sosta dotate di panchine e cestini, percorsi pedonali in ghiaino stabilizzato e un collegamento con la viabilità del paese con una illuminazione radente e integrata al suolo per contenere l’inquinamento luminoso e allo stesso tempo garantire la viabilità notturna.

Il tutto, rispettando anche la storicità di Villa Buratti, un edificio costruito nel 1880 ed eretto sulle fondamenta di una precedente villa risalente al Cinquecento. «Abbiamo cercato di preservare il delicato ecosistema del parco», ha spiegato l’amministratore della Roleo Alibardi, «Ricreando un luogo di convivialità al servizio dei peseggiani, con percorsi ciclo pedonali e un teatro all’aperto funzionale ad accogliere le manifestazioni cittadine».

«Siamo alla fine di un percorso lungo che ha portato a cambiare faccia al centro del paese», ha aggiunto il sindaco Nais Marcon, «che oggi offre ai cittadini la possibilità di godere di uno spazio verde le cui piante sono state curate e valorizzate, all’interno del quale si è creata una location adeguata a manifestazioni culturali e non solo». La Festa dei Bisi proseguirà fino a lunedì 5 giugno.

I commenti dei lettori