In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Sei garage scassinati dai ladri a Mestre

Sei garage aperti e depredati. Una volta dentro hanno preso oggetti che ritenevano rivendibili e hanno portato in cortile le biciclette trovate

Carlo Mion
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Sono tornati i ladri dei garage a Mestre. “Batterie” di predoni che durante le ultime settimane stanno prendendo di mira i garage del centro città.

Nella notte tra venerdì e ieri hanno colpito all’inizio di via Manin, in zona Torre Belfredo. Armati di flessibile hanno praticato un piccolo squarcio all’altezza della maniglia dei portoni e il gioco è stato fatto.

Sei i garage per altrettante famiglie di un piccolo condominio, e sei garage aperti e depredati. Una volta dentro hanno preso oggetti che ritenevano rivendibili e hanno portato in cortile le biciclette trovate. Ma il colpo non è riuscito fino in fondo.

Infatti devono essere stati disturbati perché hanno abbandonato la refurtiva portata all’esterno e sono scappati. L’azione predatoria deve essere avvenuta tra l’1 di notte e le 6 del mattino.

Infatti, intorno all’1, è rientrata a casa un’inquilina del palazzo e tutto era in regola. Poi alle 6 di ieri mattina un altro inquilino si è svegliato e ha aperto le finestre. Non ha sentito rumori o visto qualcosa di strano. Verso le 8 alcuni dei residenti si sono accorti di quanto era successo. Chiamata la polizia sul posto è intervenuta una volante.

Altra amara sorpresa verso le 10, quando gli inquilini hanno scoperto che successivamente ai furti, qualcuno aveva manomesso il cancello automatico facendo saltare il motore.

I commenti dei lettori