In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Forza il distributore automatico dell’ospedale di Sacile, mestrino arrestato

Assieme a un complice, il 31enne portoghese domiciliato in città, ha asportato poche decine di euro

1 minuto di lettura

Con due biciclette, risultate rubate, si sono dati alla fuga dopo aver forzato con martello e scalpello i distributori automatici della sala d’aspetto dell’ospedale di Sacile. Un bottino di poche decine di euro (cui si sommano alcuni generi alimentari spariti da un negozio) costato a un 35enne padovano e a un 31enne portoghese l’arresto da parte dei carabinieri della stazione di Polcenigo. Sono accusati di furti aggravati.

I due, già noti alle forze dell’ordine, sono stati trovati in possesso delle monete asportate dal distributore automatico (per un totale di 37,50 euro) e del martello utilizzato per l’effrazione in ospedale; lo scalpello era stato abbandonato ancora incastrato nella lamiera di uno dei due distributori e subito recuperato dai militari.

Luca Bertin, 35 anni, di Monselice (Pd) e Francisco Nuno Almeida De Melo, 31 anni, portoghese domiciliato a Mestre, sono stati arrestati e portati in carcere a Gorizia. In attesa di chiarire la loro posizione di fronte al giudice, sono difesi d’ufficio dall’avvocato Roberto Lombardini. 

I commenti dei lettori