In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Piano freddo per l’assistenza ai clochard, torna la raccolta delle coperte a Mestre

Accoglienza notturna alla Casa dell’Ospitalità per 35 persone per notte. Due le unità di strada attive tra centro storico e terraferma. Numero verde per le segnalazioni e appello per la raccolta di coperte

Mitia Chiarin
Aggiornato alle 2 minuti di lettura

Alla Casa dell'ospitalità di Mestre prende il via il 'Piano freddo', il servizio di accoglienza dei senza dimora per i mesi invernali. Con il mese di dicembre alla Casa dell'ospitalità di Mestre è ripartito il “Piano Freddo”, servizio comunale di accoglienza e assistenza delle persone senza dimora per tutta la durata dei mesi invernali.

Il piano di ospitalità, inserito nelle misure del PON Metro 2014-2020, è promosso dal Comune di Venezia e attuato dalla Fondazione Casa dell’Ospitalità in collaborazione con numerose realtà del terzo settore cittadino.

«Il servizio - illustra l'assessore alla Coesione Sociale Simone Venturini - garantirà l’accoglienza notturna a 35 persone per notte. Tale numero può essere aumentato in caso di condizioni climatiche particolarmente rigide o di situazioni di bisogno registrate dai servizi coinvolti. Agli ospiti accolti, oltre alla possibilità di un letto e di una doccia calda, verrà consegnato su richiesta un “kit igiene” (un set composto da asciugamano in materiale TNT, saponetta, porta-saponetta, dentifricio, spazzolino e lamette per gli uomini, assorbenti igienici per le donne) e un “kit colazione”. Le persone accolte potranno usufruire del servizio di lavanderia notturna, sempre più utilizzato. Lo scorso anno il numero di richieste è arrivato anche a nove per sera».

Come avere aiuto

Per richiedere l’accoglienza è attivo lo sportello, cosiddetto “check in”, nei giorni di lunedì e giovedì, dalle 8,30 alle 10 nella sede di via Santa Maria dei Battuti 1/d a Mestre.

Operatori di strada

Due le unità di strada impegnate in terraferma e in centro storico e isole. Gli operatori, in collaborazione con Croce Rossa e Croce Verde, saranno impegnati nell’intercettare le persone che vivono in strada, monitorare le loro condizioni, fornire informazioni e distribuire beni di conforto, in particolare coperte e generi di ristoro tra cui coperte, bevande calde, materassini, sedute termiche, “kit scaldacorpo”. 

Lo staff operativo del Piano Freddo è composto da 17 operatori con diverse competenze e provenienza. Caratteristica e punto di forza del gruppo è la presenza di 4 operatori PEER, persone accolte dalla Casa dell’Ospitalità e assunte come mediatori e operatori durante il periodo invernale.

Sono figure essenziali, soprattutto per il lavoro di strada in quanto conoscono sia il contesto delle persone senza dimora facilitando approccio, comunicazione e relazione, che le necessità, anche non dichiarate, di chi vive all’addiaccio.

Numero verde per le segnalazioni

L’Unità di Strada, in caso di necessità, si occupa anche di accompagnare in struttura persone particolarmente esposte al rischio del freddo notturno.

Le unità di strada daranno inoltre riscontro alle chiamate (mediamente 600 al mese nel periodo invernale) pervenute da cittadini e utenti attraverso il numero verde 800589266, attivo 24 ore su 24, istituito dal Comune di Venezia per richiedere informazioni o inviare segnalazioni.

Raccolta delle coperte

«Con l'arrivo del freddo il Comune ha ulteriormente rafforzato i servizi rivolti alle persone che vivono sulla strada», conclude Venturini. «Si tratta di attività molto articolate in struttura e su strada. Ringrazio tutto il personale coinvolto in questo servizio e nel Piano Freddo e le associazioni che collaborano con noi per raggiungere gli obbiettivi del progetto. Invito inoltre i cittadini a segnalare eventuali situazioni di bisogno al fine di intervenire tempestivamente e puntualmente»

Il Comune lancia un nuovo appello ai cittadini per la raccolta di coperte e sacchi a pelo che verranno distribuiti dall’Unità di Strada. È possibile donare alla Casa dell’Ospitalità nei giorni di martedì e giovedì, chiamando la segreteria al numero 041/958409. 

I commenti dei lettori