In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Venezia, aggressione a un cliente con lo spray al peperoncino, arrestati due giovani

L’episodio è avvenuto in un locale a Cannaregio. Un terzo aggressore è stato affidato a una comunità di accoglienza per minori

Alberto Sanavia
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

I carabinieri nel corso di un controllo a Venezia

 

La richiesta di farsi consegnare i soldi, la resistenza dell’uomo e la breve fuga dei giovani. E' avvenuto mercoledì 7 dicembre a Cannaregio, quando un gruppo di tre ragazzi extracomunitari minorenni è entrato in un bar avvicinandosi a un uomo che era intento a consumare al bancone del locale. 

Alla richiesta di farsi consegnare i soldi, il cliente di 65 anni non si è fatto però impaurire e ha rifiutato di consegnare quanto richiesto. Uno dei giovani ha così estratto dalla tasca uno spray al peperoncino e lo ha rivolto verso il volto del cliente, spruzzandogli la sostanza urticante direttamente negli occhi. 

Nonostante il forte bruciore provato, l’uomo è riuscito inizialmente a bloccare uno degli aggressori che si è liberato solo grazie ad un secondo uso dello spray. I ragazzi si sono così dati alla fuga in direzione della stazione ferroviaria e l’uomo, per nulla scoraggiato dall’aggressione appena subita, ha chiamato la centrale operativa dei carabinieri fornendo una descrizione dettagliata dei tre soggetti. 

Sono scattate immediatamente le ricerche che hanno permesso di riconoscere e fermare gli aggressori anche grazie all’intervento di altre forze di polizia, polizia ferroviaria e polizia locale, mentre i carabinieri nel frattempo erano intervenuti all’interno del bar, dando supporto alla vittima. 

Due dei giovani sono stati portati all’istituto penale per minorenni di Treviso e messi a disposizione dell’autorità giudiziaria della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Venezia. Il terzo è stato deferito in stato di libertà e affidato a una comunità di accoglienza del Veneziano.

I commenti dei lettori