In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Natale, bonus di 600 euro ai dipendenti della General Membrane di Ceggia

Serviranno a contrastare il caro vita e si aggiungono ai 200 euro già erogati per il bonus carburante

giovani monforte
1 minuto di lettura

L'esterno della General Membrane di Ceggia

 

Un bonus di 600 euro a dipendente come aiuto per fronteggiare il caro vita. Sotto l’albero di Natale i lavoratori della General Membrane di Ceggia, un’ottantina, troveranno un aiuto per far fronte ai costi impazziti di bollette e alimentari. Un’iniziativa voluta dall’azienda, che non è nuova a simili gesti. «Per contrastare il caro vita, nel corso del 2022, la General Membrane aveva erogato 400 euro a favore di tutti i dipendenti. A distanza di pochi mesi», spiega Alberto Cavallin, della Uiltec Veneto e Venezia centro orientale, «ci siamo rincontrati con la direzione aziendale per fare il punto della situazione, riscontrando come il contesto economico abbia ulteriormente ridotto il potere d’acquisto dei lavoratori.

La General Membrane, preso atto delle difficoltà dei dipendenti, ha deciso di reagire rinforzando l’iniziativa natalizia che annualmente prevede, grazie alla contrattazione aziendale, l’erogazione di un buono carburante di 200 euro, mettendo sotto l’albero di Natale un ulteriore importo di 600 euro. I lavoratori troveranno quindi un importo complessivo di 800 euro, che contribuirà a fargli trascorrere un Natale più sereno.

Nel corso dell’anno le iniziative a favore dei dipendenti, senza considerare il premio di produzione già erogato, raggiungono oggi il montante di 1.200 euro, una cifra importante».

Dall’azienda confermano la decisione. «Cerchiamo di essere attenti ai nostri dipendenti», dice il direttore finanziario Mattia Carrer, «Siamo consapevoli che, nonostante le difficoltà generali, senza validi dipendenti l’azienda non va da nessuna parte. Ci teniamo che chi lavora con noi, malgrado tutte le difficoltà del momento, stia bene. Questo bonus è un ulteriore step rispetto a quello che avevamo già fatto».

I sindacati plaudono al modello di relazioni industriali. «Come Uiltec, unitamente alla Rsu», conclude Cavallin, «riconosciamo nell’iniziativa il grande senso di responsabilità d’impresa e di un modello di relazioni industriali che funziona. Speriamo che tale iniziativa possa diventare d’ispirazione per altre aziende».

I commenti dei lettori