In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Comune di Venezia, stanziati 350 mila euro per interventi in 24 luoghi di culto: ecco quali

Con i fondi saranno sistemati impianti di risaldamento, rampe per disabili, campanili e patronati

Aggiornato alle 2 minuti di lettura

L'interno della Basilica Santa Maria Gloriosa ai Frari

 

La Giunta comunale, ha approvato la delibera che stabilisce gli indirizzi per gli interventi di restauro a edifici di culto, nell'anno 2022. Si tratta di un importo complessivo di 350mila euro che, sulla scorta delle richieste pervenute al Comune da parte delle confessioni religiose presenti nel territorio comunale verranno suddivisi per 24 edifici di culto che, grazie a questi fondi, potranno vedere eseguiti lavori che altrimenti non sarebbero potuti essere realizzati.

Nello specifico si darà un contributo alle seguenti strutture:

Chiesa Sant’Alvise a Venezia - Restauro dell’organo;

Chiesa Santa Eufemia alla Giudecca - Impianto di videosorveglianza;

Basilica Santa Maria della Salute a Venezia - Restauro portone;

Chiesa Santa Maria del Giglio a Venezia - Restauro portoni;

Chiesa San Giovanni in Bragora a Venezia - Restauro campanile a vela;

Chiesa San Moisè a Venezia - Restauro portoni;

Chiesa San Nicolò dei Mendicoli a Venezia - Restauro manutentivo statue lignee;

Chiesa San Francesco di Paola a Venezia - Rampa disabili;

Basilica San Pietro di Castello a Venezia - Rampa disabili;

Basilica Santa Maria Gloriosa dei Frari a Venezia - Restauro del portone della chiesa di San Polo;

Chiesa Madonna della Salute a Marghera - Restauro chiesa;

Chiesa Natività di Gesù Cristo a Marghera - Restauro patronato;

Chiesa Sacro Cuore di Gesù a Mestre - Ascensore e tinteggiatura patronato;

Chiesa San Michele Arcangelo a Marghera - Tinteggiatura canonica e chiesa;

Chiesa Santa Maria Goretti a Mestre - Restauro chiesa e copertura;

Chiesa Natività di Maria a Dese - Impianto di riscaldamento;

Chiesa Santa Barbara a Mestre - Impianto di riscaldamento patronato;

Chiesa Santi Francesco e Chiara a Marghera - Impianto di riscaldamento patronato;

Chiesa Santa Lucia Vergine Martire Zelarino - Restauro chiesa e impianto audio;

Chiesa San Lorenzo Giustiniani a Mestre - Impianto elettrico chiesa;

Chiesa Gesù Lavoratore a Marghera - Impianto riscaldamento chiesa;

Chiesa Santa Maria di Nazareth a Venezia - Manutenzione del giardino del convento aperto al pubblico;

Chiesa Ognissanti a Pellestrina - Restauro del campanile;

Sinagoga Spagnola a Venezia - Restauro ante intarsiate delle porte di accesso.

«Con questa delibera, e con quelle approvate per gli altri edifici di culto negli scorsi sei anni, l'Amministrazione ha già stanziato, complessivamente, oltre 2,5 milioni di euro rendendo così possibili 140 interventi» dichiara l'assessore alle Politiche sociali Simone Venturini  «un gesto che rappresenta un significativo investimento per la manutenzione dei luoghi di preghiera delle comunità religiose veneziane, luoghi che spesso sono, anche delicatissimi e preziosi siti di interesse monumentale e culturale per la nostra città».

 In particolare nel 2021, sono stati stanziati 300mila euro per la sistemazione di 19 edifici di culto. Nel 2020 il Comune di Venezia ha destinato 500mila euro per la sistemazione di 22 edifici di culto. Nel 2019 vennero approvate due delibere per un valore complessivo di 460mila euro per 25 edifici di culto, quella approvata l’anno precedente ne destinava 400mila euro per 21 edifici di culto, nel 2017 sono stati stanziati 200mila euro suddivisi per 15 strutture, mentre per il 2016 vennero stanziati 350mila euro per lavori in 14 edifici di culto. 

I commenti dei lettori