In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Venezia, un altro passo avanti per istituire la Zls

Approvato nella Conferenza Stato-Regioni il regolamento per la Zona logistica semplificata. La ministra Carfagna: “Il ruolo di regia alla Regione”

1 minuto di lettura

"Zone economiche speciali e Zone logistiche semplificate avranno finalmente un regolamento snello, chiaro, solido, che consentirà di attrarre imprese e investimenti sui loro territori: è l'ultimo provvedimento che ho proposto come Ministro per il Sud e la Coesione territoriale e sono orgogliosa di averlo portato a termine". Così il ministro Mara Carfagna commenta l'approvazione del regolamento per le Zes e le Zls in sede di Conferenza Unificata. Un regolamento che riguarda da vicino anche la Zona logistica semplificata di Marghera, il cui decreto di istituzione risale a pochi giorni fa.

(ansa)

L’approvazione del regolamento è un ulteriore passo avanti, anche se ora bisognerà leggerlo con attenzione per capire che cosa preveda e, per esempio, se dalla governance sia escluso il Comune, come era previsto. Motivo che, proprio l’altro giorno, aveva fatto arrabbiare il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro. “Così non va bene” era intervenuto Brugnaro nel corso di un dibattito sulla Zls. Tornando all’approvazione del regolamento il ministro ricorda che "nell'arco di pochissimi mesi tutte le otto Zes del Mezzogiorno sono diventate operative, con la nomina di tutti i Commissari, l'apertura di tutti gli sportelli digitali - l'ultimo, quello della Sardegna, sarà attivato a breve - e la concessione delle prime Autorizzazioni uniche alle imprese e che proprio la positiva esperienza avviata con le Zes ha fatto da guida al riordino della disciplina delle Zls”.

Il regolamento approvato disciplina con un'unica fonte sia le ZES sia le ZLS e va a sostituire la precedente disciplina contenuta nel Dpcm numero 12 del 25 gennaio 2018 (che viene abrogata). L'obiettivo è quello di rendere omogenei i percorsi che istituiscono le Zone, gli strumenti per governarle e le misure di semplificazione assegnate, ovviamente tenendo conto delle differenze tra i due strumenti: il primo disegnato per i territori a basso livello di sviluppo e il secondo, quello che riguarda anche Venezia e il Polesine, dedicato ai territori più sviluppati. Mentre l'ambito Zes è governato da un Commissario di nomina governativa, in ambito Zls la guida è affidata al presidente della Regione o a un suo delegato.

I commenti dei lettori