In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Il Summit del mare a Jesolo, 10 Comuni balneari a confronto su progetti di sviluppo sostenibile

Salvaguardia delle aree verdi, collegamento tra piste ciclabili. miglioramento dell’accessibilità le principali azioni su cui concentrarsi

1 minuto di lettura

Gli amministratori che si sono ritrovati al Summit del mare a Jesolo

 

Summit del mare: sindaci e assessori dei 10 principali Comuni balneari (San Michele al Tagliamento, Caorle, Eraclea, Jesolo, Cavallino-Treporti, Venezia e Chioggia, Rosolina, Porto Viro, Porto Tolle) si sono dati appuntamento venerdì a Jesolo per far conoscere le pratiche migliori che già oggi le singole amministrazioni realizzano negli ambiti dello sviluppo sostenibile del territorio, in rapporto al turismo e alla gestione dell’ambiente.

Anche i soggetti privati sono stati chiamati in causa per presentare progetti realizzati e da realizzare, sempre nell'ambito del turismo e della sostenibilità. Nell’obiettivo dei sindaci il Summit diverrà, anno dopo anno, un'occasione importante di confronto pubblico-privato proprio per consentire all’intera regione uno sviluppo sostenibile ed equilibrato partendo da uno dei comparti economici più significativi, il turismo, con i suoi oltre 4 milioni di visitatori l'anno.

Dall'incontro di Jesolo sono emerse anche le prossime azioni per il 2022-23 come quelle a salvaguardia delle aree boschive e verdi e delle dune che interessano il litorale con attenta pianificazione di possibili scenari di trasformazione/uso e di piani concreti di intervento; azioni e iniziative di sostenibilità sociale finalizzate al miglioramento della qualità di vita e a garantire condizioni di benessere equamente distribuite, fra gli individui di ogni classe e genere, rafforzando altresì la coesione sociale delle comunità che costituiscono i Comuni del Litorale Veneto; adeguamento e collegamento delle piste ciclabili, volte a creare un unicum territoriale e la fruizione in sicurezza del patrimonio ambientale e paesaggistico; miglioramento dell’accessibilità della costa veneta, promuovendo in tal senso una cultura innovativa del turismo e dell’accoglienza attenta ai bisogni dei turisti, coinvolgimento attivo e responsabile dei giovani e delle scuole e azioni di contrasto della povertà educativa.

I commenti dei lettori