In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Morto d’infarto a letto a 38 anni. A trovarlo senza vita la madre

Dramma in un’abitazione a Cazzago: Carlo Baldassa era un operaio e in passato era stato un calciatore con il Dolo. Il fratello: “Nessun problema cardiaco”

Alessandro Abbadir
1 minuto di lettura

Muore a causa di un infarto fulminante nella propria abitazione ad appena 38 anni. Il dramma si è verificato domenica 2 ottobre al civico 15 di via Alfieri a Cazzago di Pianiga, dove Carlo Baldassa abitava con il papà Mario e la mamma Gaciela. Carlo, di professione operaio, era stato qualche anno fa anche un valente giocatore del calcio Dolo, società dove in tanti ancora si ricordano di lui.

“Carlo”, spiega il fratello Fabio, “non ha mai sofferto di problemi cardiaci. Era una persona tranquilla e pacata, un gran lavoratore. Era assunto in una azienda che si occupa di metalmeccanica e carpenteria a Salzano. Aveva una grande passione per il calcio e lo sport in generale. Aveva anche giocato nella squadra del calcio Dolo qualche anno fa”.

Baldassa, originario di Dolo, non era sposato né aveva figli. Con la famiglia si era trasferito a Cazzago di Pianiga oltre una quindicina di anni fa. A trovarlo morto domenica mattina nel suo letto è stata la mamma che era andata per svegliarlo. Purtroppo però lo ha trovato esanime. La donna ha immediatamente chiamato in aiuto i soccorsi, che sono arrivati sul posto in pochi minuti dal vicino ospedale di Dolo, ma purtroppo per Carlo non c’era più nulla da fare. Al medico non è rimasto che certificare il decesso, avvenuto con ogni probabilità nella notte per cause naturali.

La notizia della morte di Carlo Baldassa si è diffusa in paese in questi giorni. “Siamo costernati”, spiega il sindaco Federico Calzavara, “per questa terribile notizia . Alla famiglia colpita dal lutto, come Comune esprimiamo il massimo cordoglio”.

I funerali di Carlo Baldassa saranno celebrati nella chiesa di San Martino di Cazzago mercoledì 5 ottobre alle 15. Il feretro arriverà dall’obitorio dell’ospedale di Dolo . Dopo l’estremo saluto ci sarà la cremazione. Carlo Baldassa lascia la mamma Gaciela, il papà Mario, il fratello Fabio.

I commenti dei lettori