In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Assalto per la fiera del Rosario di San Donà, centro pieno e code

Torna la folla del pre Covid fra gli stand e le giostre, in mattinata l’alzabandiera. Bene la Campionaria all’ex Teso. Lunedì 3 il gran finale della manifestazione

Giovanni Cagnassi
1 minuto di lettura
(c)ClaudioVianello2022 

La fiera dei giovani. Lunedì 3 ottobre l’ultimo giorno di festeggiamenti per la fiera del Rosario e la Campionaria d’autunno in via Pralungo. Tanti ragazzi, giunti da tutto il territorio del basso Piave e dal Veneto, hanno popolato le strade e le piazze piene di bancarelle. Una fiera da 300 mila persone, come ai tempi d’oro prima della pandemia e delle restrizioni. E domenica 2, per il tradizionale alzabandiera la prima domenica del mese con le autorità civili e militari, il parterre era molto ricco.

(c)ClaudioVianello2022 

Il sindaco Cereser ha celebrato la sua ultima fiera da primo cittadino a fine mandato con una certa emozione assieme al sindaco francese di Villeneuve-sur-Lot con la quale è stato rinnovano il gemellaggio che le lega da ben 25 anni. Il sindaco francese Guillame Lepers ha potuto ascoltare l’inno francese, con quello italiano e la canzone del Piave ad opera della banda dell’oratorio don Bosco. Con i due sindaci in carica, anche la sindaca dei ragazzi Rosanna Brancaglione.

Il bel tempo ha aiutato l’evento con un aumento di afflussi da tutta la regione. Già sabato sera la città era piena di gente in passeggiata, così come per tutta la giornata di domenica. Lunghe code sulle strade e parcheggi pienissimi per tutto il giorno. Garantita una presenza costante della polizia locale con adeguati rinforzi e poi tutte le forze di polizia pronte per ogni intervento. Lunedì si chiude ufficialmente la fiera con il lunedì dedicato ai sandonatesi nella loro giornata di festa.

(c)ClaudioVianello2022 

Alla Campionaria d’Autunno in via Pralungo, quest’anno nella sede degli ex magazzini Teso non essendo più disponibili i capannoni ex Papa, sono state impegnate le associazioni di categoria, Confcommercio San Donà-Jesolo, Confartigianato, Confindustria e Coldiretti con la collaborazione della Camera di Commercio Venezia e Rovigo. In tutto 6 mila mq di esposizione e 60 aziende. All’esterno gli stand del volontariato tra cui Avis, Lipu, Anpi. Tra i protagonisti alla Campionaria, i panificatori ed i macellai con il campionato nazionale. In città circa 400 bancarelle con l’antiquariato in piazza Indipendenza e le giostre. E domenica 9 ottobre la Pro loco rilancia la festa della polenta bianca in piazza e ai capannoni Teso di via Pralungo torna la fiera del fumetto dell’associazione Tanagura.

I commenti dei lettori