In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Poldo si fa un giro per Ca’ Farsetti, prende il sole e spia indisturbato le stanze dei “bottoni”

Il micione rosso è entrato in municipio e ha passato un po’ di tempo assieme ad assessori, consiglieri e “addetti ai lavori”

Marta Artico
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

In una città in cui i gatti sono sempre meno mentre un tempo la facevano da padroni, Poldo,  micione dalla folta pelliccia rossa le zampine a tratti bianche e delle splendide striature, è stato ospite di Ca’ Farsetti. Per la precisione, si è auto invitato. 

E’ entrato nemmeno poi così furtivo dal portone principale fronte riva, ha preso le scale ed è salito di sopra, zompettando nei saloni affrescati di Ca’ Farsetti, lanciando sguardi sornioni ai lampadari soffiati in vetro di Murano, per poi distendersi all’occorrenza e schiacciare qualche pisolino al sole. 

Ha “spiato” nelle stanze dei “bottoni” come solo sanno fare i gatti, con aria disinvolta e indifferente e ha incassato qualche carezza. Ma non troppe. E’ stato immortalato da avventori e dipendenti.

In questo scatto del vicesindaco, Andrea Tomaello, gira per il salone principale. Poi si ferma e si riposa.

C’è chi ci ha scherzato sù “E’ uno dei nuovi assunti”. E chi ha azzardato “E’ venuto a portare le richieste dei gatti del Comune, visto che siamo in campagna elettorale». 

I commenti dei lettori