In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Vandali al Centro vaccini, l’Usl 3 di Venezia ha sporto denuncia: «È un gesto insensato»

Ignoti hanno tagliuzzato la tensostruttura e rubato i componenti elettrici. L’attività al Bocciodomo di Mirano non si è fermata

V.M.
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Si sono scagliati sul Centro vaccinale del Bocciodromo comunale di Mirano, ma i vandali che hanno agito martedì notte hanno soprattutto recato danni a una struttura pubblica pagata dalla collettività. Ieri all’alba la direzione dell’azienda sanitaria Serenissima è stata informata dei danni provocati da ignoti che si sono accaniti sulle tensostrutture utilizzate per dare riparo agli utenti infliggendo numerosi e sistematici tagli alle pareti telate, distruggendole. I vandali hanno inoltre asportato componenti dell’impianto che fornisce l’alimentazione elettrica e danneggiato i cartelli con le indicazioni di accesso al Centro vaccinale, ma non sono riusciti a entrare nel Bocciodromo, protetto dall’allarme attivo. «Siamo di fronte ad un gesto insensato» ha commentato Edgardo Contato, direttore generale dell’Usl 3 Serenissima. «Lascia sconcertati l’accanimento con cui si è voluto infierire, fino a renderle completamente inutilizzabili, su strutture che sono state posizionate a protezione e a tutela delle persone che si recano al centro vaccinale. È un gesto che sembra voler ferire, così, gli operatori impegnati nella campagna vaccinale ma anche quella vastissima maggioranza di cittadini che responsabilmente collaborano all’azione di contrasto alla pandemia».

A poche ore dall’episodio è intervenuto anche il dottor Vittorio Selle, direttore del Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria Serenissima. «Voglio leggere quanto successo rovesciando il paradigma, ovvero come reazione all’istituzione che propone qualcosa di positivo» ha detto ieri . «Preferisco vederlo dalla prospettiva di qualcuno che vuole combattere chi ogni giorno cerca di fare del bene». Selle, provocatoriamente, ha voluto vedere nell’atto vandalico l’azione di chi cerca di opporsi al lavoro costante di tanti professionisti che ogni giorno si recano al Bocciodromo per prendersi cura della salute pubblica. «Se invece si tratta di un gesto fatto senza nessuna motivazione verrà fuori da chi sta svolgendo le indagini». L’Azienda sanitaria veneziana, mentre valuta come ripristinare quanto è stato danneggiato, ha sporto denuncia. Nel frattempo, le attività programmate regolarmente all’interno del Centro vaccinale, sono proseguite senza intoppi.

I commenti dei lettori