Contenuto riservato agli abbonati

Plateatici prorogati a dicembre a Venezia. Esercenti felici, ma caos in vista

Accolta la richiesta di posticipare il rinnovo delle concessioni di spazi pubblici.  Le occupazioni temporanee legate al Covid non si toccano fino a settembre

VENEZIA. Esultano i proprietari di locali, un po’ meno i cittadini. Ieri l’Aepe (associazione pubblici esercenti, bar e ristoranti) ha comunicato che la scadenza per i plateatici, prevista per il 30 giugno, è stata posticipata al 31 dicembre.

«Con l’introduzione del nuovo Regolamento Cup (canone unico patrimoniale) ogni cinque anni bisogna fare richiesta del plateatico, ma siccome molti erano in ritardo ed è una procedura nuova, abbiamo posticipato di qualche mese» spiega Sebastiano Costalonga.

L’assessore

Video del giorno

Crollo Marmolada, il punto del distacco ripreso dall'elicottero

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi