Deve scontare tre anni per furto, arrestato a Portogruaro

L’uomo era stato fermato per un normale controllo dalla Polizia di Stato la scorsa notte alla barriera A4/A28, dopo il pagamento del pedaggio

PORTOGRUARO. Arrestato nella notte, dalla Polizia, un uomo di 34 anni, cittadino rumeno. Deve espiare una pena di 3 anni e 10 mesi. Era stato fermato per un normale controllo dalla Polizia di Stato la scorsa notte alla barriera A4/A28, dopo il pagamento del pedaggio.

Gli agenti della Polizia Stradale di Pordenone, competenti per quel tratto di raccordo tra A4 e l'inizio dell'A28, hanno proceduto al controllo di un veicolo con targa estera, condotto da un cittadino straniero il quale, dalle banche dati, risultava avere un alias costringendo gli agenti a procedere ad una verifica più approfondita per accertarne anche le esatte generalità.

E’ emerso che a carico dell’uomo di anni 34, pendeva una ordinanza di esecuzione di carcerazione emessa dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Bologna, con espiazione di pena residua pari ad 3 anni e 10 mesi di reclusione a suo carico per precedenti riferiti a reati di furto aggravato e ricettazione, reati commessi in Emilia tra 2011 e 2012.

I poliziotti hanno quindi accompagnato l’uomo presso gli Uffici della Sezione Polizia Stradale di Pordenone, per procedere ai successivi atti ed ulteriori accertamenti e poi condotto presso la Casa Circondariale di Gorizia.

Dall’analisi del profilo criminale dell’arrestato , è emerso inoltre che lo stesso è abitualmente dedito a reati contro il patrimonio in genere, quali truffe, furti e ricettazioni sia in Italia che in altri stati europei, per cui la esecuzione della misura restrittiva della libertà personale, ne ha interrotto la reiterazione degli stessi, come riferisce in una nota la Polizia. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

L'addio a Piero Angela, il ricordo del figlio Alberto: "È stato come vivere con Leonardo da Vinci"

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi