Jesolo, tre militari americani finiscono con l’auto nel Sile: mobilitati i soccorsi

Le operazioni di soccorso (Foto Vianello)

A Portogruaro una cisterna che trasportava Gpl si scontra con  una berlina: viale Udine chiuso per le operazioni di trasbordo 

JESOLO. Auto fuori strada venerdì verso le 21 in via Aleardi a Jesolo, all’incrocio con via La Bassa, paura per tre giovani militari americani piombati nel Sile alle spalle di piazza Mazzini. Inizialmente sembrava che uno di loro fosse imprigionato nell’abitacolo dell’auto e sul posto sono arrivati oltre ai pompieri di Jesolo anche i colleghi di Mestre con l’autogrù e la squadra dei sommozzatori dei vigili del fuoco per perlustrare le acque del fiume. Sul posto sono arrivati anche gli agenti della polizia locale di Jesolo per tutti i rilievi.

L’auto americana con a bordo i militari è sfrecciata a quanto pare in via Aleardi dal lido, dirigendosi lungo la strada che porta all’incrocio con via La Bassa davanti al fiume Sile che scorre parallelo al litorale. Pare che all’incrocio abbiano perso il controllo del veicolo. La strada è stata chiusa durante le ricerche e i soccorsi, perché i ragazzi sono stati visitati dai sanitari del 118 chiamati sul posto per escludere lesioni gravi. Due degli americani sono usciti da soli dall’auto rovesciata nel canale, completamente fradici e confusi, in preda allo choc, mentre è stato poi chiarito che il terzo, che si trovava alla guida, si era in realtà allontanato. Già in altre occasioni gli automobilisti che hanno perso il controllo su queste strade sono piombati nel Sile sfondando le protezioni.

La cisterna finita fuori strada a Portogruaro

A Portogruaro invece viale Udine chiusa ieri sera in seguito a uno scontro frontale avvenuto sulla strada per Cintello di Teglio tra una cisterna che trasportava Gpl e una berlina uscita di strada: la macchina è andata distrutta, la persona che la guidava, una donna di Portovecchio, è stata ricoverata all’ospedale di Portogruaro in osservazione. Viale Udine però è stata chiusa per gran parte della serata.

«Stavo procedendo regolarmente sul mio senso di marcia, quando a un tratto mi sono visto un missile nero venirmi addosso» ha raccontato l’autista gruarese «ho sterzato a tutta, nel tentativo di evitare lo scontro frontale, ma non è stato possibile». L’auto è finita in un fossato laterale. Sul posto sono accorsi in forze alcune ambulanze del Suem 118, e i vigili del fuoco. I pompieri del distaccamento di Portogruaro, assieme ai colleghi del Nucleo Nbcr provenienti da Mestre, hanno messo in sicurezza a loro rischio e pericolo la cisterna. Poi sono cominciate le complesse operazioni di travaso. Per merito loro non c’è stata alcuna fuoriuscita di Gpl dalla cisterna.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Serie A, Dazn non funziona e i tifosi si sfogano sui social

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi