Landini al capannone del Petrolchimico il 14 giugno

Il segretario nazionale della Cgil chiuderà l’assemblea pubblica indetta dal sindacato per un nuovo modello di sviluppo in Italia

MARGHERA. Maurizio Landini, leader della Cgil, sarà al capannone del Petrolchimico il 14 giugno per chiudere i lavori dell’assemblea pubblica del sindacato che sta organizzando una serie di incontri pubblici in tante città italiane per preparare la piattaforma di un nuovo modello di sviluppo che verrà presentata nell’assemblea di Roma del 18 giugno. Pace, lavoro, giustizia sociale e democrazia i temi cardine della piattaforma rivendicativa sindacale che verrà discussa il 14 giugno nel capannone sindacale di via Bottenigo, in occupazione da oltre tre settimane da parte di Cgil e Uil. L’arrivo del segretario nazionale della Cgil si inserisce in un momento di mancanza di dialogo tra fronte sindacale e amministrazione comunale sulla gestione futura del capannone, ceduto da Eni Rewind al Comune di Venezia, senza  un preventivo accordo. 

E poi a Marghera tiene banco la vertenza sulla chimica, dopo la decisione di Eni di portare a fermata il cracking di Versalis. Oggi vertice a Roma. 

All’assemblea di Marghera i lavori vengono aperti dal segretario Ugo Agiollo. Previsti interventi di Mara Rumiz (Emergency), don Nandino Capovilla (Pax Christi), Irene Pizzolotto (Rete studenti Udu Venezia), Maria Cristina Paoletti (Anpi), Marco Lombardo (Libera Veneto). 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

In cerca di padrone: 4000 beagle americani sono stati salvati dai maltrattamenti di un allevamento

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi