Contenuto riservato agli abbonati

Il writer del Redentore: «Solo una provocazione. A Venezia l’acqua è sporca ma nessuno ci fa caso»

Parla il giovane altoatesino che ha imbrattato la chiesa alla Giudecca. «È solo colore, si può facilmente cancellare. Non volevo offendere»

VENEZIA. «Sono solo colori su un muro, anche se un muro un po’ speciale. La mia è stata una provocazione, non volevo offendere nessuno. Mi stupisce che la gente si senta offesa da un po’ di colore, quando in una città così bella vaporetti e barche vanno sempre, l’acqua è sporca e sta distruggendo anche quelle chiese».

Nessun senso di colpa, nessun pentimento.

Video del giorno

Crollo Marmolada, il punto del distacco ripreso dall'elicottero

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi