Contenuto riservato agli abbonati

Aprono un finto autosalone per truffare i compratori. Presi e condannati. Ecco chi sono

Due commercianti di Mestre e Dolo avevano allestito una showroom con auto di lusso arraffando gli anticipi dei clienti per 150 mila euro e poi sparendo. Ma gli è andata male

FIESSO D’ARTICO. Allestire un “finto” autosalone con auto lussuose esposte e poi sparire con il danaro versato dai clienti per l’acquisto di Bmw e Audi che non hanno mai ricevuto. Ben 150 mila euro. E sono stati condannati.

Così ha deciso il giudice monocratico Stefano Manduzio, dimezzando le richieste della Procura, che aveva richiesto condanne per 2 anni e mille euro di multa a testa.

Non

Video del giorno

Le barche a vela si sfidano nel bacino San Marco a Venezia

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi