Mestre in lutto per la morte di Domenico Ticozzi

Preside, docente, politico dal sorriso gentile. Martedì i funerali a Carpenedo

MESTRE. Domenico Ticozzi è mancato sabato mattina. Grave lutto per Mestre che perde il preside e docente di geografia, vicepresidente del consiglio comunale dal volto sorridente e membro di una famiglia che ha fatto la storia della città. Una persona gentile, attiva anche nel volontariato. Tre i suoi grandi amori: la famiglia, la scuola e la politica.

Nato nel 1947 a Mestre, “Nico” Ticozzi dal 1986 è stato il preside degli Istituti Luzzatti e Gramsci e dal 2000 del Tecnico Industriale Zuccante. In consiglio comunale era entrato con la giunta di Giorgio Orsoni, nelle fila del Partito Democratico, partito che aveva sostenuto dalla nascita. Era stato nominato vicepresidente del consiglio comunale. Aveva promosso e guidato anche l’associazione civica “Intesa per la città”, per la partecipazione responsabile dei cittadini al buon governo locale. Lo si ricorda anche come autore di tante pubblicazioni su temi ambientali e scolastici. Da anni era malato. Lascia la moglie Marina Bello, i figli Francesco, docente universitario, e Paolo, professore e consigliere comunale del Pd. Il cordoglio è di tutta la città e di quanti lo conoscevano e stimavano. Il funerale sarà celebrato martedì alle 11 alla chiesa di Carpenedo. —

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Crollo Marmolada, il punto del distacco ripreso dall'elicottero

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi