Contenuto riservato agli abbonati

Mose a Venezia, servono cento milioni per l’avviamento dell’opera

Barriere del Mose sollevate in bocca di porto

I soldi saranno attinti dagli stanziamenti del Cipess, copriranno anche i costi del commissario straordinario e i collaudi. Scadenza 2026 per alcuni interventi

VENEZIA. Cento milioni per finanziare la prima parte dell’avviamento del Mose. Soldi che andranno al Consorzio Venezia Nuova, e dovranno coprire anche i costi del commissario straordinario (circa 4 milioni di euro in tre anni) e i collaudi dei singoli progetti. Una cifra già accantonata dal 2019. Che però non sarà sufficiente.

Si dovrà dunque attingere alle risorse straordinarie stanziate per il Mose, con i fondi Cipess di 538 milioni di euro.

Video del giorno

Le barche a vela si sfidano nel bacino San Marco a Venezia

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi