Tre autisti dell’Atvo premiati con un encomio per aver salvato tre persone

Il presidente Turchetto, i tre autisti premiati e il sindaco Andrea Cereser

Cerimonia in  municipio a San Donà. Uno ha estratta mamma e figlia di sei anni dalla carcassa della loro auto appena incidentata, gli altri due hanno impedito che una donna si gettasse dal ponte sul Piave

SAN DONA’. Tre encomi della Città di San Donà ad altrettanti autisti dell’Atvo. Sono stati premiati lunedì mattina in municipio. Si tratta di Antonio Portale, Tommaso Biason e Maurizio Benvenuto,  autisti Atvo che sabato 7 maggio e lunedì 9 hanno salvato tre vite.
Maurizio Benvenuto, a Fossalta di Piave, vedendo un braccio spuntare da un finestrino è intervenuto per estrarre mamma e figlia di sei anni dalla carcassa della loro auto appena incidentata, mentre Antonio Portale e Tommaso Biason (incrociandosi sui loro mezzi da direzioni opposte) hanno evitato che una signora si gettasse nel Piave dal Ponte della Vittoria, dopo la segnalazione di una passeggera rimasta anonima.


Il sindaco di San Donà  Andrea Cereser ha voluto ricordare come «la casa di Atvo sta a San Donà, al centro della terra della bonifica, termine che deriva da bonum facere, ossia fare del bene, e azioni come queste rendono orgogliosa l’intera comunità sandonatese rinnovando quei valori. È un piccolo gesto, il nostro, ma crediamo doveroso e pieno di significato: grazie per non aver ignorato chi chiedeva aiuto».


Il presidente di Atvo Fabio Turchetto ha aggiunto: «Avrebbero potuto voltarsi dall’altra parte e non l’hanno fatto, anzi sono intervenuti senza pensare a null’altro se non a salvare quelle persone. Non possiamo che essere fieri di loro e della nostra cultura aziendale di cui si fanno portatori, vengono sempre prima le persone per questo i nostri autisti sanno anche come intervenire nei casi di emergenza».

Alla cerimonia erano presenti, oltre ai tre autisti e al presidente di Atvo, anche il dg Stefano Cerchier e alcuni parenti degli autisti stessi, autisti che subito dopo la cerimonia hanno regolarmente ripreso il loro turno al volante degli autobus.


Una curiosità: il comportamento di Portale e Biason forse non si sarebbe mai venuto a sapere se non fosse scattato un allarme in Atvo dovuto al fatto che tutte le linee stavano accusando mezz’ora di ritardo, un fatto insolito. Da qui la scoperta di cosa stava accadendo sul Ponte della Vittoria.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Bambino scomparso a Tambre: ecco il momento del salvataggio

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi