Contenuto riservato agli abbonati

Venezia, dietro le quinte dello scontro sul numero massimo di turisti. Ecco cosa sappiamo

Il ponte della Paglia, semi impraticabile perché completamente occupato da turisti

Per molti la città non può sopportare un afflusso quotidiano superiore a 40 mila visitatori. Il Comune avvia la fase sperimentale: «Non possiamo mettere il numero chiuso». Chi vorrebbe abbassare e chi alzare il tetto di pendolari

VENEZIA. Venezia si “chiude” al turismo giornaliero di massa. Per ora, solo con il sistema di prenotazioni in via sperimentale con tanto di incentivi e disincentivi che scatteranno già a partire dal prossimo luglio. Già, ma al raggiungimento di quale soglia? Chi sarà l’ultimo visitatore a beneficiare di prezzi ridotti dei musei, e quale il primo a dover pagare il doppio?

Sta tutto qui il dibattito intorno al prossimo futuro del turismo nella città tra le mete turistiche più ambite al mondo: la fatidica soglia giornaliera.

Video del giorno

Crollo Marmolada, il punto del distacco ripreso dall'elicottero

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi