Mira, 200 volontari raccolgono in laguna 5 tonnellate di rifiuti

I volontari impegnati ieri mattina nella pulizia della laguna

All’iniziativa hanno aderito otto associazioni. I cinque cassoni messi a disposizione da Veritas non basteranno

MIRA. Oltre 5 tonnellate di rifiuti raccolti in laguna sud da 200 partecipanti in azione ieri mattina con circa 50 imbarcazioni. All’iniziativa hanno aderito complessivamente otto associazioni. I cinque cassoni messi a disposizione da Veritas non basteranno: ci sarà bisogno di un sesto per smaltire i materiali trovati tra barene e casse di colmata. «Abbiamo raccolto», spiega Gianni Marchiori, presidente dell’Associazione Cavanisti di Mira che ha oltre 1.100 iscritti, «dal mattino fino al primo pomeriggio prevalentemente plastica, vetro ma anche tanti elettrodomestici e sacchetti di immondizia. I nostri volontari hanno voluto dare un segnale di rispetto ambientale molto forte per un habitat naturale fragilissimo e tutelato a livello mondiale come è quello della laguna di Venezia».

«Serve», sottolinea Marchiori, «una maggior consapevolezza per la tutela dell’ambiente. È necessaria una maggior cultura del riciclo di fronte a questi continui sversamenti di materiali altamente inquinanti». Negli anni scorsi i cavanisti si erano opposti alla tassa sui rifiuti per le cavane istituita dalla giunta M5S e abrogata dal centrosinistra. «Le nostre cavane e i cavanisti», conclude Marchiori, «non producono rifiuti ma li raccolgono come la manifestazione di oggi (ieri, ndr) dimostra». 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La Tesla non si ferma e centra il manichino di un bambino: il test fa discutere

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi