In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Mobilità futura e trasporto con i droni, Chioggia rientra nel progetto di Save

Incontro tra il sindaco Armelao e l’ad del Gruppo di Tessera. Tra i progetti la realizzazione di un “vertiporto” per droni a energia elettrica finalizzati al trasporto di passeggeri

1 minuto di lettura

Il sindaco Mauro Armelao e l'ad di Save, Monica Scarpa

 

CHIOGGIA. Sviluppare la mobilità futura anche attraverso l’impiego di droni, realizzare un vertiporto, ovvero una stazione di arrivo e di partenza di air taxi, dedicato a nuovi efficienti collegamenti con connessione diretta tra l’aeroporto Marco Polo e Chioggia. Futuro? Prossimo. Il sindaco Mauro Armelao, che ha delega all'innovazione, e l’amministratore delegato del Gruppo Save, Monica Scarpa, nel corso di un recente incontro, hanno condiviso l’interesse e l’impegno per lo sviluppo della mobilità futura attraverso l’impiego di droni.

Il Gruppo Save è attivo su molteplici progetti di Urban Air Mobility focalizzati sulla progettazione e lo sviluppo di una mobilità sostenibile in coordinamento con Enac e Enav, anche in vista delle Olimpiadi invernali del 2026. Tra i progetti, c’è la realizzazione di una vertiporto per droni a energia elettrica finalizzati al trasporto di passeggeri.

L’obiettivo di Chioggia  è duplice, da un lato sviluppare le capacità attrattive di Chioggia offrendo nuovi e innovativi sistemi per visitare la laguna e le sue bellezze, dall’altro creare un punto di connettività intermodale rapido ed efficace con il Marco Polo e non solo.

«Droni come fossero taxi per merci e per persone: il mio impegno è che questa importante sperimentazione veda anche Chioggia protagonista, da città “dimentica” a città che pensa al futuro» il commento del sindaco Mauro Armelao «Val Da Rio e l'Isola dell'Unione, ad esempio, potrebbero essere dei luoghi adatti per la realizzazione di una vertiporto. Sono contentissimo di questo incontro con Save. Questo è il futuro prossimo, non fantascienza. Questi progetti sono già una realtà in alcuni paesi, quindi ho chiesto che anche Chioggia sia un punto di arrivo e di partenza per i collegamenti del prossimo futuro, per connettere la nostra città ad altre città, ospedali e punti di interesse. La stessa Save ha confermato che ci sarà un'accelerazione su questo progetto: tant'è che hanno accolto con favore la nostra richiesta di inserire Chioggia in questa rete di collegamenti, che verrà sviluppata nella nostra regione. Il futuro partirà anche da Chioggia».

«Il nostro Gruppo è impegnato nello studio e progettazione di vertiporti, infrastrutture indispensabili per l'utilizzo di velivoli elettrici a decollo verticale per una mobilità inter-city che favorirà il decongestionamento del traffico nei centri urbani. Ci fa piacere che anche il Comune di Chioggia, come già il Comune di Venezia che ha siglato con Enac un protocollo d’intesa per lo sviluppo di collegamenti con droni, abbia manifestato il suo interesse per una modalità di trasporto che rappresenta il futuro per gli spostamenti nelle aeree urbane»  commenta Monica Scarpa, Amministratore Delegato del Gruppo Save.

I commenti dei lettori