In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Dalle pistole ad acqua ai falconieri. La guerra tra gabbiani e hotel a Venezia

Un convegno con gli esperti per trovare il sistema più efficace e meno invasivo di difendere i clienti che fanno colazione in terrazza

2 minuti di lettura

Un gabbiano ruba la colazione a un facoltoso cliente dell'Hotel Gritti, sul Canal Grande a Venezia

 

VENEZIA. C’è quello che sembra non guardare, poi appena ti distrai arriva e ti fa fuori tutto quello che c’è sul tavolino. C’è invece quello che si orienta sulle macchie bianche che si avvicinano al viso: se le vede scende in picchiata per afferrarla o farla cadere di mano e poi mangiarsela a terra, perché ha capito che gli umani non mangiano i panini o i tramezzini caduti sui masegni di Venezia.

Venezia, gabbiano reale ruba il panino alla turista

Ma se sei cliente di un albergo il gabbiano è capace di aspettarti, fedele, e tu avrai il tuo amico ad attenderti in terrazza per rubarti la colazione.

Proprio gli hotel domani terranno un seminario su come difendersi dai gabbiani, anzi come difendere gli ospiti da questi grandi volatili che "planano" sui clienti intenti a fare colazione all'aperto, cercando di rubare il cibo.

Il seminario è stato organizzato per domani dall'Associazione veneziana albergatori (Ava) per fare il punto sui più moderni ed efficaci sistemi di prevenzione, dedicati all'allontanamento di volatili.

Finora gli hotel hanno agito di fantasia, con idee come quella di fornire agli ospiti delle pistole ad acqua, sperimentata dal 'Monaco & Grand Canal' o dal 'Gritti', che a inizio stagione chiama a proprie spese un falconiere, con rapaci che cacciano i pennuti.

Ma è anche vero che non puoi chiedere a un cliente che paga quello che paga per una suite sul Canal Grande di difendersi dagli acuminati becchi dei cocai da solo sparandogli spruzzate d’acqua. Che poi un gabbiano con apertura alare di un metro della spruzzata d’acqua non è che s’intimorisca, anche perché lui sull’acqua ci vive e non la teme.

Idem per il falconiere: o lo tieni – non dico finno – ma spezzo tra i tuoi ospiti, oppure i gabbiani capiscono quando il falco è in volo e quando no.

Tra i temi del seminario Ava dissuasori elettrostatici e meccanici, la tecnica del "bird free", sistemi acustici con centraline vocal, falconeria e operatori di corda.

A spaventare i clienti soprattutto la mole degli uccelli, i gabbiani reali - in dialetto "magoghe" - che nel tempo hanno rimpiazzato i pi pittoreschi e mansueti "colombi", molestando i turisti che mangiano all'aperto, anche lungo calli e nei campi cittadini.

Secondo gli studi del consorzio interuniversitario Corila, le prime nidificazioni in centro storico dei gabbiani risalgono agli inizi degli anni 2000; si stima che in città vi siano 500 coppie di gabbiani reali. Uccelli normalmente visti in città anche se talvolta assumono strani comportamenti

Rialto come il film di Hitchcock

Per contenere i piccioni fu determinante il divieto della vendita di grano e l'allestimento di spuntoni e fili sui cornicioni. Anche per i gabbiani, è l'opinione degli esperti, si dovrà pensare a dissuasori simili, oltre ad intervenire sui nidi per ridurre la riproduzione.

I commenti dei lettori