Ca’ Noghera, l’associazione Cavana 88 libera le barene dalla plastica

I volontari sono al lavoro da domenica mattina alle 8 con le loro barche, per raccogliere bottiglie e ogni genere di immondizia arrivata dal mare e liberare la laguna

CA’ NOGHERA. Rispettare l’ambiente, significa anche prendersene cura. E’ quanto hanno fatto i volontari dell’associazione Cavana 88 guidata da Alessandro Pozzo, ufficialmente costituita nel 1988 da un gruppo di appassionati di pesca e laguna che utilizzano un sito attrezzato e funzionale base di partenza per le proprie attività ricreative, con tanto di cavane in legno e posti barca. Una location unica, quanto fragile e delicata.

Stivali alti fino alle ginocchia, guanti da lavoro, sacchi delle immondizie, decine di volontari armati di buona volontà e amore per la laguna domenica mattina a partire dalle otto, si sono dati da fare per ripulire un tratto consistente di barena partendo da Tessera fino al Montiron, tra il Dese e il Siloncello, nel ramo del canale Santa Maria che sfocia nella palude di Cona.

Lo hanno liberato dalle bottiglie, le lattine, la spazzatura portata dalla marea e dalla corrente, che soffoca lo specchio lagunare e il suo ecosistema tanto bello ma allo stesso tempo fragile.

«Abbiamo trovato di tutto» spiega Alessandro Pozzo, «l’inciviltà non ha limiti: batterie, oli esausti, plastiche, frigoriferi e molto altro».

Decine di sacchi riempiti e pronti per essere portati in discarica. Grazie all’aiuto di tutti e alla buona volontà dei titolari delle cavane

La pulizia si ripete da diversi anni ed è sempre più necessaria, per far respirare le barene e le velme che altrimenti soffocano a causa dei materiali inerti impigliati nelle acque basse, e le plastiche tra  che altrimenti ci metterebbe decine di anni per degradarsi.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Strage di ragazzi a Godega: il luogo dell'incidente in cui sono morti i quattro giovani

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi