Centinaia di oche grigie volteggiano sopra i cieli di Caorle

Uno stormo sopra la Brussa di Caorle

Sono gli esemplari che hanno trovato rifugio nell’area di Vallevecchia

CAORLE. Uno spettacolo incantevole. In questi giorni l’area agro-naturalistica dell’azienda pilota e dimostrativa gestita da Veneto Agricoltura a Vallevecchia si è trasformata in punto di sosta invernale per centinaia di esemplari di oche grigie. Uno spettacolo imperdibile che si ripete ogni anno in questo periodo.

Rotazioni agrarie pianificate ad hoc.

L'azienda pilota e dimostrativa ValleVecchia di Veneto Agricoltura a Caorle, pianifica annualmente le rotazioni agrarie con l’obiettivo di garantire alle oche grigie migratrici, specie chiave della ZPS (Zona di Protezione Speciale) che copre gran parte della superficie aziendale, di poter sostare per l'inverno. Allo scopo, ampie superfici contigue (decine di ettari coltivati a frumento) vengono individuate in zone aperte dell'azienda e i volatili, presenti in stormi di centinaia di esemplari, ricambiano mettendo in scena un meraviglioso e imperdibile spettacolo a disposizione di tutti in questo periodo.

Cos’è.

L’area agro-naturalistica di ValleVecchia, gestita da Veneto Agricoltura e conosciuta dai locali come la Brussa, è un’isola di oltre 800 ettari, frutto delle bonifiche post seconda guerra mondiale, realizzata con finalità agronomiche e riqualificata con un importante progetto di rinaturalizzazione da Regione e Veneto Agricoltura. Oggi ValleVecchia, sito “Natura 2000” dell’Unione Europea, è un ambiente dove attività agricola sperimentale e importanti valenze naturalistiche convivono magistralmente.

I progetti.

In quest’area Veneto Agricoltura sta realizzando infatti una serie di progetti europei LIFE, il Programma dell’UE per la salvaguardia dell’ambiente, incentrati su importanti temi quali l’agricoltura di precisione, la riduzione degli input chimici, la gestione dell’acqua in zone sensibili, ecc. i cui risultati vengono sistematicamente messi a disposizione degli agricoltori, anche attraverso l’organizzazione periodica di seguitissime giornate dimostrative. Accanto a tutto questo, a ValleVecchia sono presenti decine di km di percorsi naturalistici tra boschi e aree umide ricostruite e subito colonizzate da rare specie di volatili stanziali e di passaggio, come appunto le oche grigie che in questi giorni stanno animando l’area.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Viaggio negli uffici della Velvet Media, dove è stato eliminato l'orario di lavoro

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi