Reyer, un calvario senza fine. Dopo Varese perde (82-85) anche contro Cremona, l’altra ultima

Ciamillo

Un primo tempo indecente, gli orogranata vanno sotto anche di 17. L’innesto di Theodore (18 punti) e un terzo periodo da 30-14 non bastano

Ancora una sconfitta (82-85) per la Reyer che non riesce a togliersi la “scimmia”. Gli orogranata, fra campionato ed Eurocup, hanno subito la terza sconfitta consecutiva. Certo ci sono molte attenuanti, le assenze di Daye, Morgan e Cerella e le cattive condizioni di Vitali, che ha giocato solo 5 minuti grazie alle infiltrazioni, per non parlare che Bramos ha giocato con una fasciatura al gomito. E’ rimasto sul parquet per 26’, realizzando 8 punti.

THEODORE NON BASTA. Arriva Theodore (18 punti), non torna la Reyer. Un tempo da Reyer, il terzo (30 punti realizzati), tre frazioni costellate di errori. Esulta la Vanoli, che arrivava a questa partita con 8 sconfitte nelle ultime 9 partite. Varese era ultima, Cremona era ultima: la Reyer dispensa punti a tutti e la classifica diventa sempre più grama. Gli italiani di Galbiati stendono la Reyer (Cournooh Pecchia e Spagnolo), De Raffaele con la squadra menomata, senza però quell’elmetto auspicato da De Raffaele. Theodore in quintetto, De Raffaele preferisce Vitali (con un’infiltrazione) a Bramos, primo quarto di dominio assoluto della Vanoli, grande impatto, grande energia, la Reyer si è fermata all’ultima frazione di Masnago. Uno contro uno persi, palle buttate al vento, rimbalzi concessi ai padroni di casa, percentuali elevate di Cremona. Reyer aggrappata a Watt, che infila i primi 6 punti orogranata, ma la Vanoli ha già scavato un abisso (17-3). Unico terminale offensivo, ecco un’altra tegola con il secondo fallo del centro dell’Arizona. Dentro Echodas, dentro De Nicolao e Sanders, De Raffaele prova a trovare il quintetto giusto. Senza esito. Venezia sprofonda (27-13) sotto i colpi di Peccha, le illuminazioni di Spagnolo, le invenzioni di Harris. Echodas combatte, Stone porta energia, ma il prodotto di squadra è risibile (29-14). Primo quarto decisamente insufficiente.

MALE TUTTO. Bramos entra in apertura secondo quarto e si presenta con una tripla dall’angolo, Stone attacca finalmente il ferro (29-18), la difesa della Reyer tiene meglio, ma serve la fiammata di “Vic” Sanders, ritornato in campo dopo la sospensione punitiva con Bourg-en-Bresse, piazza 8 punti in un minuto che sembra riportare a galla gli orogranata (35-28). Sembra, appunto. Il time-out di Galbiati scuote la Vanoli, Cournooh scatena Cremona, Dime lo segue immediatamente con Spagnolo che si riaccende, insieme a Harris: 10-0 bruciante, Reyer impotente, sotto di 17 punti (45-28), fino alla schiacciata di Watt (45-30). Troppo poco, troppo “molle”, troppi giocatori fuori condizione. Secondo quarto in equilibrio (16-16), la difesa sembra essersi registrata, l’attacco ancora no. Difficile risalire l’onda contraria.

TERZO QUARTO DA GRANDE. De Raffaele si riaffida a Theodore al ritorno sul parquet, l’ex Olimpia cambia passo, palla rubata sulla rimessa della Vanoli e contropiede. Suona la carica, la Reyer si trasforma: 30 punti realizzati nei primi 20’, 30 nel terzo periodo. Nel segno di Theodore, meno errori, più fluidità offensiva, maggior controllo dei rimbalzi. De Raffaele vede la trasformazione della sua squadra, finalmente in positivo. Theodore mena le danze, la Reyer risale, aggancio (51-51) con la tripla di Bramos. Venezia sembra aver rovesciato l’inerzia della gara, sale a +4 (56-60), prima di incassare l’evitabile tripla di Poeta (59-60).

VENEZIA PERDE IL FILO. E’ la prima scossa della Vanoli, la Reyer perde nuovamente il filo, sale in cattedra Cournooh, ultimo quarto devastante, la Vanoli scappa nuovamente (71-64), Watt, Dime e Tinkle sono con 4 falli. Tonut tiene agganciata la Reyer (74-70), Corunooh piazza una tripla “bastarda” (77-70) sulla sirena. Reyer sulle gambe. E’ sempre Tonut a reggere la barca orogranata (77-74), dopo aver fallito un contropiede clamoroso. Pecchia e Cournooh spingono la Vanoli verso la vittoria. Reyer, ancora in ginocchio.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Giro d'Italia 2022 a Treviso. Ecco dove arriverà lo sprint e il toto tappa

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi