Covid, dopo le intimidazioni a Venezia solo tamponi su prenotazione

Code al Covid point di piazzale Giustiniani, a Mestre (foto Pòrcile) 

Il direttore dell’Usl 3 Contato: aggressioni inaccettabili ai medici e infermieri accadute ai drive-through per fare i test

VENEZIA. Intimidazioni e forzature inaccettabili da parte degli utenti sugli operatori sanitari ai drive through: l'Ulss 3 Serenissima fa quadrato e chiude da domani, mercoledì 19 gennaio, l'accesso a chi è senza prenotazione. Ma anche a chi viene da fuori Usl 3, utenti di Padova piuttosto che di Treviso. Non solo: l’azienda sanitaria, dopo le proteste e le polemiche dei residenti e dei negozianti e il servizio del nostro giornale, si sta anche interrogando su come affrontare la questione punto tamponi di piazzale Giustiniani, che deve convivere con un quartiere.

Lo annuncia il Direttore Generale, Edgardo Contato, che oggi, dopo aver ricevuto la notizia degli ennesimi episodi di aggressione verbale verso medici e infermieri ai punti tampone, invia loro una lettera di solidarietà e sostegno: “Le pressioni e le intimidazioni che avete dovuto subire - scrive il Direttore Generale Edgardo Contato - ci lasciano sconcertati: a nome di tutta l'Azienda sanitaria vi esprimo la mia solidarietà, oltre al grazie sincero per l'impegno con cui state lavorando. Considero grave che non si comprenda gli ingenti sacrifici che il personale sanitario, e voi in primis, sta facendo in queste settimane, da mesi, e anzi da due anni ormai".

Alla Direzione è stato segnalato come nelle ultime serate gli operatori abbiano dovuto ricorrere alla scorta della sicurezza per la consegna degli esiti, come gli utenti in coda abbiano preteso con l'intimidazione il proseguimento dell'attività oltre l'orario di chiusura nella notte, come addirittura si siano registrate forzature ai percorsi di avvicinamento delle autovetture alla postazione in cui si effettuano i tamponi. "Anche per quanto accaduto, e a tutela del vostro e del nostro lavoro, da domani ai nostri Punti Tampone non accetteremo più chi giunga senza la prenotazione della prestazione: questa misura si aggiunge al vasto sforzo di individuazione di nuovi punti in cui i cittadini possono rivolgersi; e però purtroppo già sappiamo che non c'è decentramento o potenziamento o supplemento di impegno che possa far fronte all'arroganza e alla stupidità di pochi".

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ferretti Yacht 1000, ecco l'ammiraglia esposta al Salone Nautico di Venezia

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi