Contenuto riservato agli abbonati

Attacco hacker alla Rsa di San Donà: «La casa di riposo ne era all'oscuro. Faremo denuncia»

La casa di riposo Isvo "Monumento ai Caduti in guerra", a San Donà. Foto Vianello

L’ad Paolo Dalla Bella e il presidente del Cda Domenico Contarin: «Pensavamo solo a un virus informatico, non abbiamo pagato nessun riscatto»

SAN DONA’. Attacco hacker alla casa di riposo di San Donà, la società di gestione è pronta a fare denuncia alla Polizia postale dopo la sottrazione dei dati sensibili dei pazienti.

Le verifiche sono in corso, ma per il momento Isvo Srl, impresa socio sanitaria Veneto orientale che gestisce la struttura dal 2018, ancora non si sbilancia.

L’amministratore delegato Paolo Dalla Bella ricorda un episodio sospetto che risale alla fine della scorsa estate: «A settembre tre terminali sono stati contaminati da un virus, i tecnici sono intervenuti subito, ma non risultano richieste di riscatto di pirati informatici.

Video del giorno

Viaggio negli uffici della Velvet Media, dove è stato eliminato l'orario di lavoro

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi