Contenuto riservato agli abbonati

Rimorchiatori, la concessione diventa un caso in Porto a Venezia tra proroghe e caro tariffe

Il servizio è stato affidato alla Panfido anche per il 2022

Dopo l’ultima ordinanza della capitaneria con l’aumento delle tariffe scoppia il caso

VENEZIA. Una proroga, l’ennesima, della concessione già scaduta. E l’aumento delle tariffe annuali del 16,70% accordato dalla Capitaneria a fine 2021. Ci sono questi due elementi dietro il rischio di una guerra interna al Porto di Venezia per il rinnovo della concessione del servizio di rimorchio portuale a Venezia e Chioggia affidata alla società Rimorchiatori Riuniti Panfido.

La cui concessione ventennale era già scaduta a fine 2020.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Maxi rissa a Savona nel cuore della movida: il degrado della Vecchia Darsena

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi