Calcio, Giacomo Vianello si è spento a 74 anni Lunedì l’addio a Cavallino

il lutto

Se n’è andato a 74 anni, Giacomo Vianello, ricordato dal mondo del calcio per essere stato un glorioso stopper dell’Atalanta fra gli anni Sessanta e Settanta. Residente a Cavallino-Treporti, in carriera, aveva collezionato 22 presenze in serie A. “Giacomino” aveva iniziato la carriera calcistica nelle giovanili del calcio San Donà, con cui aveva esordito in Serie D nel 1963-1964. Nel 1965 era stato poi ceduto alla Fermana, per disputare due campionati. Tra il 1967 e il 1969 aveva militato nella Ternana, con cui conquistò una promozione in Serie B. L’anno successivo era stato quello del passaggio al Napoli, con cui disputò tre stagioni di Serie A. Poi era arrivato a Bergamo dal Napoli.


I tifosi atalantini lo ricordano, nel campionato 1972/73, per l’autorete sfortunata contro il Vicenza che aveva salvato i veneti e condannato l’Atalanta alla retrocessione in serie B. Fu quindi acquistato due anni dopo dal Palermo con cui ha giocato sino al 1976-1977. La sua carriera di calciatore è continuata poi, nel 1977-1978, al Livorno. Durante la pausa invernale della stagione 1978-1979 fu messo sotto contratto dal Como. Negli ultimi anni era sempre stato un riferimento per i molti amici del settore calcistico che ancora lo venivano a cercare. Nel 2019 ottenne la benemerenza civica dal Comune.

«Arrivederci Roccia» è stato il saluto dei parenti più stretti. Lascia la moglie Sandra e la figlia Giorgia a lui legatissima col genero Erik. I funerali si terranno lunedì alle 10.30 nella chiesa della Santissima Trinità di Treporti. —



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La sua grande passione: il calcio. Così Ceggia ha dato l'addio a Nicolò Manica

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi