Contenuto riservato agli abbonati

Porto Marghera, una nuova torre: l’ultima suggestione di Giovanni Caprioglio

Il progetto, pensato dall’architetto scomparso di recente, è stato ultimato dal figlio Filippo per il rilancio della città

MESTRE. Quella torre avveniristica a fianco della Cittadella dell’edilizia, sulla banchina dell’azoto, era nata come una visione del futuro di Porto Marghera e del Porto di Venezia, della sua evoluzione e della sua affermazione commerciale.

Ora, a distanza di qualche mese dalla scomparsa del padre Giovanni, quella suggestione è stata completata dal figlio, l’architetto Filippo Caprioglio. Sotto forma di progetto compiuto, che però – come tiene a precisare lo stesso autore – resta null’altro che un’idea.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Jesolo, lo spettacolo della spiaggia imbiancata dalla brina all'alba

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi