Contenuto riservato agli abbonati

I medici di base in fuga da Cavallino Treporti: pazienti costretti a fare 20 chilometri per le visite a Jesolo

Franco Bastianello (sportello sociale Uildm): «Ci stiamo attivando per cercare dei medici neolaureati disposti a venire con condotte provvisorie in attesa di nuove assegnazioni»

CAVALLINO-TREPORTI. Emorragia di medici di base da Cavallino-Treporti, con centinaia di pazienti, anche anziani o disabili, costretti a percorrere 20 chilometri per farsi visitare a Jesolo Paese oppure a chiedere il cambio di medico.

Il rischio è che i posti nelle liste degli altri professionisti operativi sul litorale nord possano anche scarseggiare nel corso del 2022 nonostante l’aumento a 1800 pazienti per medico di base previsto dalla Regione.

Video del giorno

Rugby, la meta che genera sospetti: il giocatore aspetta due minuti per schiacciare la palla

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi