Casinò, incassi per 57 milioni Ca’ Vendramin resta chiusa

Il Casinò di Venezia chiude il 2021 con un incasso di 57 milioni e 800 mila euro, nonostante la chiusura delle sedi per oltre cinque mesi. Numeri in netta crescita rispetto al 2020, quando gli incassi furono 44, 3 milioni (con chiusura di sei mesi). Ma ancora lontani dai fasti del pre-Covid, quando si raggiungevano i 95-96 milioni l’anno. Restano le incognite legate al futuro, compresa la riapertura della sede veneziana di Ca’ Vendramin Calergi.

«Il Comune di Venezia, nonostante le difficoltà, ha sempre sostenuto l’azienda e per questo ringrazio il sindaco», spiega l’assessore alle Società Partecipate e al Bilancio, Michele Zuin, «tutelando i lavoratori che ringrazio per l’impegno. Adesso guardiamo avanti, c’è da riaprire Cà Vendramin Calergi. Siamo, comunque, lontani da un ritorno alla piena normalità posto che nel 2021 vi è stata la necessità di aumentare del 5% il corrispettivo erogato dal Comune alla società (pari all’80% degli incassi invece che al 75%) per garantire l’equilibrio economico. Speriamo in ogni caso che, pur con le cautele dovute alla situazione pandemica, nel 2022 vi sia una regolare apertura della Casa da Gioco per tutto l’anno in modo da poter raggiungere gli obiettivi di incassi del passato». Già in programma per il prossimo anno investimenti sia per Venezia che per Ca’ Noghera, con ammodernamenti di slot e interni.


«L’obiettivo», conclude Zuin, «è chiudere per il quinto anno consecutivo il bilancio in equilibrio».

Nel mese di dicembre gli incassi hanno superato gli 8 milioni di euro, e gli inizi sembrano andare nella direzione giusta con un’Epifania che ha visto una buona presenza di clienti nel rispetto delle normative Covid. Sono circa 1 milione e 700 mila euro gli incassi di questi primi 6 giorni del nuovo anno.

«Guardiamo con fiducia al futuro», commenta il neopresidente del Casinò di Venezia, Gianluca Forcolin, «sicuramente molto dipenderà dall’andamento della pandemia, ma siamo ottimisti e di comune accordo con la proprietà, abbiamo delle interessanti idee per potenziare l’azienda, ed aiutare attraverso Ca’Vendramin Calergi, la città di Venezia a ripartire nel post pandemia. Una richiesta che tra l’altro ci arriva dal mondo economico e turistico della città».

Questo weekend si terranno degli importanti eventi di gioco presso la sede storica di Ca’Vendramin Calergi che culmineranno con la finale del Campionato di Chemin de Fer nel fine settimana del 28 gennaio 2022. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La Tesla non si ferma e centra il manichino di un bambino: il test fa discutere

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi