Epifania con i pendolari del mare: a Jesolo è spuntato pure qualche costume

Sole e temperature poco invernali, bagnasciuga affollato fin dalle prime ore della mattina. Pienone anche per ammirare il presepe di sabbia, preso d’assalto pure il Villaggio di Natale

JESOLO. Torna a splendere il sole nel giorno dell’Epifania e subito Jesolo si riempie di ospiti dopo i giorni di freddo e pioggia. Le previsioni indicavano un clima ancora freddo e instabile e dopo la nottata di pioggia e vento pochi si sarebbero attesi sul litorale una giornata così bella.

Le folate di vento, i rami su alcune strade, non lasciavano presagire nulla di buono. Ma già ieri mattina il cielo azzurro ha annunciato una bellissima giornata e il sole ha iniziato a splendere a metà mattinata convincendo anche tanti pendolari a prendere la via del mare.

Una liberazione dopo tanti giorni di brutto tempo anche a Natale.

La spiaggia si è subito affollata, persino con qualche intrepido che si è messo in costume a prendere la tintarella nonostante le temperature non certo estive.

Ieri mattina al lido si è corsa la prima edizione della “Run Epiphany 2022”, maratona di 5 chilometri non competitiva per raccogliere fondi da devolvere alla Lilt, lega italiana per la lotta ai tumori. Un primo successo di pubblico e grande partecipazione a questo evento caratteristico che si unisce alle varie competizioni tipicamente jesolane come quelle con Babbi Natale, oppure le altre corse all'alba o al tramonto e le varie corse sulla spiaggia.

La gente è tornata inoltre a vedere il presepe di sabbia in piazza Trieste, Sand Nativity, dopo alcuni giorni in cui i ritmi erano leggermente calati. Le code si sono formate anche per mantenere il giusto distanziamento nel rispetto delle normative anticontagio, che sono la nuova normalità di questo inizio di 2022.

E tanta gente è arrivata anche al villaggio di Natale di “XMas Eventi” che si allunga da largo Augustus a piazza Aurora, anche questo preso d’assalto da migliaia di visitatori che hanno affollato la passeggiata e le casette, oppure la pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Mazzini. Successo ormai consolidato per il presepe di ghiaccio, il più grande d'Italia, nella cornice di piazza I Maggio a Jesolo Paese.

Il sole ha favorito inoltre la classica passeggiata in spiaggia, con tanti ospiti che hanno iniziato a camminare o correre da metà mattina sulla battigia o sulla passeggiata che lambisce la spiaggia e che da tempo non era così animata. Qualcuno si è intravisto persino a prendere il sole in costume nei punti più riparati. Sono i tradizionali appassionati di elioterapia e dei “bagni di ghiaccio” che non temono di affrontare le temperature invernali sull’arenile e osare un tuffo fuori stagione.

C’è la netta sensazione che tutti vogliano riprendersi gli spazi all'aperto dopo questa clausura determinata dal maltempo e anche dalla paura dei contagi da Covid-19.

E Jesolo c'è, a dimostrazione che si può ancora uscire e divertirsi in sicurezza.

Altri si sono accontentati di camminare semplicemente al sole, magari in compagnia dei propri cani e sostando ai pochi chioschi aperti che sono collegati al villaggio di Natale. «Una bella sorpresa», ha detto il primo cittadino di Jesolo, Valerio Zoggia, «rivedere tante gente a Jesolo, pur nel rispetto delle normative anticontagio, per i vari eventi che abbiamo organizzato e che proseguono ancora questo mese». Una decina gli alberghi aperti in questo periodo. La speranza è adesso che arrivino i turisti che non sono venuti durante le vacanze natalizie. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Tragedia all'asilo dell'Aquila, lutto cittadino per il piccolo Tommaso

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi