Contenuto riservato agli abbonati

Acqua “media”, ecco la nuova normalità Il futuro anfibio di Piazza San Marco

Lo scatto Interpress, immortala la nuova normalità “anfibia” di Piazza San Marco

Secondo le previsioni l’anno prossimo ci saranno oltre duecento episodi di allagamento. Claudio Vernier: «Un’abitudine che va combattuta»

VENEZIA. E niente, bisognerà abituarsi. Quell’acqua un po’ barzotta, non così alta da giustificare il Mose, né così bassa da lasciare asciutti i masegni, sarà la nuova normalità di Piazza San Marco. Il prossimo anno, secondo stime giudicate attendibili, la marea lambirà almeno duecento volte gli archi delle Procuratie Vecchie, le colonne di San Marco e San Todaro, il centro della Piazza, e naturalmente la Basilica di San Marco, alla quale basta uno starnuto del mare per andare sotto.

L’area

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Jesolo, lo spettacolo della spiaggia imbiancata dalla brina all'alba

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi