Contenuto riservato agli abbonati

Spettro delocalizzazione per la Speedline, 700 lavoratori in bilico: primo sciopero

L’annuncio choc del sindaco metropolitano allarma i dipendenti e l’indotto. Lunedì i sindacati incontrano la proprietà

SANTA MARIA DI SALA. Fine della storia per Speedline a Santa Maria di Sala? Il colosso svizzero Ronal Group vorrebbe trasferire la produzione entro un anno in Germania o in Polonia. Nel sito salese si producono cerchi in lega per auto, vi lavorano oltre 600 persone ma se aggiungiamo l’indotto, il numero supera le 700-750 unità.

Giovedì l’annuncio di Luigi Brugnaro a Ca’ Foscari; il sindaco ieri ha ribadito: «C’è un silenzio pietrificante, io non ci ho dormito la notte».

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Metro Roma, il vigilante contro la rom "Te vojo fa spari"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi