Contenuto riservato agli abbonati

L’annuncio di Brugnaro: «Speedline vuole delocalizzare». Tremano 600 dipendenti a Santa Maria di Sala

La rivelazione choc del sindaco metropolitano per l’azienda dell’automotive. Lavoratori in assemblea, lunedì il primo faccia a faccia con la proprietà

SANTA MARIA DI SALA. Fine della storia di Speedline a Santa Maria di Sala? Così pare, viste le notizie emerse giovedì durante un convegno a Ca’ Foscari a Venezia, dove il sindaco della Città metropolitana Luigi Brugnaro ha lanciato la bomba: la casa madre, ovvero il colosso svizzero Ronal Group, vorrebbe portare tutto entro un anno in Germania o in Polonia.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro torna negativo e riabbraccia e coccola la figlia

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi