Contenuto riservato agli abbonati

Riconversione a gas della centrale Enel: Fusina è la prima in Italia a ottenere l’ok

Entro fine anno dismesse due unità a carbone, poi inizierà il cantiere. «Il personale sarà ridotto a 30 addetti»

VENEZIA. Via libera dal governo per la conversione da carbone a gas della centrale Palladio di Fusina.

La centrale veneziana è la prima tra quelle per le quali il gruppo Enel ha programmato la riconversione a gas (le altre sono a La Spezia, Civitavecchia e Brindisi) ad avere ottenuto l’ok. Tanto che, secondo fonti sindacali, l’avvio della nuova centrale a gas, con il relativo spegnimento degli impianti a carbone, potrebbe arrivare tra la fine del 2023 e l’inizio del 2024 anche se l’azienda, interpellata, non si sbilancia.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Quirinale, Bonino: "Addolorata dal metodo carbonaro per eleggere il Presidente. Inutile stare qui"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi