Mestre, addetta alle pulizie in ospedale arrestata con due chili di cocaina in casa

La Squadra Mobile le ha trovato un’ingente quantità di stupefacenti in una valigia. Lei si è difesa davanti al giudice: «Non è mia»

MESTRE. Gli agenti della Squadra Mobile sono andati a prenderla venerdì 26 novembre pomeriggio al lavoro all’ospedale all’Angelo di Mestre, dove lavora per una impresa di pulizie: le hanno detto che doveva accompagnarli subito a casa, perché era stata segnalata una fuga di gas.

Ma quando sono entrati - aperta la porta di una stanza da letto - hanno trovato una valigia, con dentro 2 chili di cocaina: 1,972 grammi a voler essere pignoli.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Jesolo, lo spettacolo della spiaggia imbiancata dalla brina all'alba

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi