Contenuto riservato agli abbonati

La App per vedere la vetrina: l’idea del macellaio veneziano per il rilancio della categoria in crisi

Il presidente Alberto Battistel e il suo vice Massimo Bon: «Siamo negozi storici da tutelare, puntiamo alla qualità»

VENEZIA. Una sorta di «Amazon lagunare». Una nuova App che consente di vedere ogni mattina la vetrina del negozio di vicinato. Ordinare (per telefono) e farsi portare la roba a casa. È l’idea pronta a partire dell’associazione dei Macellai veneziani.

Categoria storica, con la sede nell’ex Macello di San Giobbe. La castradina della Salute e le carni speziate importate dall’Istria e dalla Dalmazia, le trattorie con i cibi tipici veneziani.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro torna negativo e riabbraccia e coccola la figlia

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi