Contenuto riservato agli abbonati

Raffica di furti a Spinea, rabbia e paura tra i residenti

Via Cellini a Spinea, una delle strade più bersagliate dai ladri (foto Pòrcile)

I ladri chiudono in camera un ragazzino e scappano, un altro derubato denuncia: «Sono stato narcotizzato»

SPINEANon si ferma l’ondata di furti a Spinea. E i ladri si fanno, anzi, più sfrontati, senza scrupoli. I residenti sono sempre più impauriti e temono una ulteriore escalation dei crimini con l’arrivo di dicembre.

Mercoledì e giovedì sono state due giornate difficili per i residenti del centro di Spinea: almeno cinque, per ora, le denunce alle forze dell’ordine. I furti, o tentati furti, sono avvenuti tutti tra le 18 e le 20, in appartamenti situati nei piani bassi dei condomini o in case singole, forzando porte o rompendo un vetro.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, Marco Melandri ritratta: "Era una battuta, non mi sono fatto contagiare volontariamente"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi