Mestre, nuova manifestazione dei No green pass: c’è anche Puzzer

Poco più di duecento partecipanti al corteo che comunque ha bloccato il traffico. Tutti senza mascherine. Tensioni con alcuni residenti 

VENEZIA. "Quanti siamo?" urla l'organizzatore. "Diecimila" rispondono. In realtà sono poco più di 200. Ma tanti sono bastati a paralizzare il traffico delle strade del centro di Mestre, nel pomeriggio, per l'ennesima manifestazione contro il Green pass. Ombrelli aperti, per mantenere le distanze di sicurezza, e mascherine in tasca. Gli slogan sono sempre gli stessi - libertà, no green pass, giù le mani dei bambini -, scanditi dal corteo, non troppo nutrito ma rumoroso.

Non sono mancati i momenti di tensione, con una serie di scontri verbali, anche molto accesi, con le persone che si ritrovavano a passeggiare lungo il percorso della manifestazione. "Se vi permettono di scendere in strada è grazie a tutti noi che ci siamo vaccinati" urla una signora, ricevendo di tutta risposta gli insulti dei manifestanti.

Il "no vax del pulmino" racconta: "Mi sono informato: il virus voluto dai poteri forti"

Ad attendere i manifestanti, al Parco Ponci, una delegazione dei portuali di Trieste, tra cui il leader della protesta Stefano Puzzer.

Manifestazione No green pass a Mestre, c'è anche Puzzer: "Unire la protesta a livello europeo"

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro torna negativo e riabbraccia e coccola la figlia

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi