Appropriazione indebita due venditori a processo

campolongo

Sono accusati di aver venduto porta a porta i celebri aspirapolvere “Folletto”, come incaricati alle vendite della Vorwerk Italia, ma di aver tenuto per sé quasi 14 mila euro pagati dai clienti per ordini di acquisto, in realtà, mai inviati all’azienda.


Sabrina Boscolo, 53 anni, residente a Campolongo Maggiore e Andrea Piva, 43 anni, residente a Campodarsego sono così chiamati dalla Procura a difendersi dall’accusa di appropriazione indebita del soldi destinati all’azienda e dei set dimostrativi (valore complessivo, circa 5 mila euro) che gli erano stati affidati per le dimostrazioni porta a porta e che non avrebbero restituito, dopo la fine del rapporto di lavoro. Boscolo e Piva sono poi accusati di sostituzione di persona, per aver sottoscritto due contratti a nome di persone completamente estranee, facendo credere all’azienda - secondo la Procura - di aver sottoscritto contratti e incassando la provvigione per vendite in realtà mai effettuate. Infine, l’accusa di truffa aggravata in concorso per aver incassato da una signora 1600 euro, facendole credere che fosse obbligatoria una revisione del suo apparecchio. Il tutto tra Campagna Lupia, Albignasego, Campolongo, tra il 2017 e 2019. Ieri l’udienza davanti alla gup Lancieri, è stata aggiornata al 20 gennaio per un difetto di notifica e verificare l’offerta di risarcimento alla donna. —

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Kenya, elefantessa partorisce due gemelli: non accadeva da anni

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi