Contenuto riservato agli abbonati

Venezia, dal primo giugno la tassa di sbarco. Bilancio comunale in equilibrio grazie ai risparmi

Utilizzati avanzi di amministrazione per le minori entrate da imposta di soggiorno e da altre voci legate al turismo

VENEZIA. Il Comune attinge ai risparmi per tenere sotto controllo il bilancio di previsione 2022, in attesa di eventuali misure di sostegno che potrebbero arrivare dal Governo nel prossimo anno.

Sono circa 40 milioni di euro di avanzo di amministrazione che serviranno ad esempio a coprire 19,5 milioni di minori entrate da imposta di soggiorno ma anche i 17 milioni di euro già accantonati per la nova viabilità di collegamento tra il Quadrante di Tessera e l’aeroporto Marco Polo.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi