Contenuto riservato agli abbonati

Basilica di San Marco a Venezia, i cantieri sono di nuovo bloccati. Le imprese: «Non ci hanno mai pagato»

Ancora ritardi negli interventi di protezione “urgente”. Non è mai arrivato l’anticipo di 700 mila euro. «Non ce la facciamo»

VENEZIA. Il Provveditorato non paga. E i lavori stavolta si fermano davvero. Con una Pec inviata agli uffici del ministero delle Infrastrutture e al Consorzio Venezia Nuova, le due imprese che dovrebbero realizzare le opere di difesa della Basilica di San Marco hanno annunciato lo stop. Nonostante gli incontri, le firme, i contratti, le promesse, non sono ancora stati pagati i 700 mila euro di anticipo contrattuale necessari per pagare gli operai e avviare le attività.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi