In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
all’uscita dal casello meolo-roncade

Park per auto invaso dai Tir fra divieti di sosta e proteste

La rabbia degli imprenditori dell’area industriale alle prese con i bivacchi notturni Il sindaco: «Mancano aree idonee, una carenza nella progettualità autostradale»

GIOVANNI MONFORTE
2 minuti di lettura

MEOLO

Era stato pensato come parcheggio scambiatore per le auto. Ma ormai è invaso dai camion. Dal tardo pomeriggio all’alba del giorno dopo, decine di mezzi pesanti intasano il grande parcheggio all’uscita del casello dell’A4 di Meolo-Roncade. A nulla è valso posizionare i cartelli di divieto di accesso ai mezzi pesanti. I camionisti hanno bisogno di un posto dove riposare per qualche ora. Le aree di sosta di Roncade Nord e Roncade Sud (ciascuna dotata di 90 stalli per i camion e 29 per le auto) sono sempre piene. Così gli autisti si fermano a Meolo, nonostante il parcheggio del casello sia privo di servizi. E, quando il park è pieno, i camion si riversano nelle zone circostanti.

Il Comune di Meolo è già corso ai ripari introducendo il divieto di sosta nelle ore notturne lungo le vie della zona industriale, dopo le proteste degli imprenditori che la mattina trovavano davanti agli ingressi delle loro fabbriche rifiuti e “ricordini indesiderati” dei bivacchi notturni. Ma serve una soluzione definitiva, tanto più se all’uscita del casello di Meolo s’insedierà in futuro il polo logistico di Amazon.

«All’origine c’è un problema di mancanza di parcheggi nella progettualità dell’autostrada, che poi si riversa su Meolo», commenta il sindaco Daniele Pavan, «Con Autovie abbiamo già avuto dei contatti e presentato la problematica. Nel frattempo, per tutelare i nostri imprenditori, con la polizia locale abbiamo predisposto dei divieti di sosta lungo la zona industriale nelle ore notturne. Nel Masterplan della viabilità del Veneto Orientale è stata inserita l’esigenza di predisporre dei parcheggi per la sosta notturna dei camion, soprattutto nella zona del casello di Meolo. Per questo, anche in vista del possibile insediamento di Amazon, abbiamo presentato delle osservazioni, rimarcando la necessità di costruire delle aree di sosta idonee».

Per la minoranza di centrosinistra di Uniti per Meolo, «è necessario coinvolgere i soggetti competenti, perché si facciano carico di trovare soluzioni che non ricadano sugli operatori della zona industriale».

Autovie annuncia di avere già in programma un potenziamento delle aree di sosta per i camion lungo l’A4, in zona Fratta – Teglio Veneto. Un intervento destinato a risolvere i problemi lungo il tratto di A4 del Veneto Orientale. «Autovie ha previsto nel proprio piano finanziario l'implementazione degli stalli di sosta per i mezzi pesanti sull'autostrada A4», confermano dalla concessionaria, «In particolare verranno ricavate due aree di sosta a Fratta Nord e a Fratta Sud per complessivi 147 stalli disponibili. Il progetto definitivo è stato approvato dal Commissario per l'emergenza della terza corsia della A4. L'iter prosegue e si attende il bando di gara». Con questo nuovo intervento, unito alle aree di sosta già esistenti a Roncade, i camionisti non avranno più necessità di riversarsi fuori dall’autostrada per riposare. «Autovie comprende il disagio», concludono dalla concessionaria, «e farà quanto possibile per accelerare, nel rispetto dei vincoli, l'esecuzione delle opere». —

GIOVANNI MONFORTE

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori