Contenuto riservato agli abbonati

Dispersione scolastica nel Veneziano, 312 gli studenti ritirati

I dati sono relativi alle scuole superiori, ma la pandemia e le lezioni a distanza hanno causato difficoltà anche alle medie

VENEZIA. Ogni cento studenti che, l’anno scorso, avrebbero dovuto frequentare le scuole superiori, uno non si è presentato in aula. È l’entità del fenomeno della dispersione scolastica tra gli istituti del Veneziano, termine nel quale rientrano le mancate iscrizioni dopo la bocciatura, i ritiri nel corso dell’anno e le assenze continue.

La pandemia non ha alimentato ulteriormente il fenomeno, che, nella nostra provincia, ha conosciuto il suo picco tre anni fa, quando a ritirarsi da scuola è stato quasi uno studente su cinquanta.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Metro Roma, il vigilante contro la rom "Te vojo fa spari"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi